Storie dell’altro mondo 8a edizione (2019)

L’edizione del cinema Africano e oltre…..denominato “Storie dell’altro mondo” giunta alla sua 8° edizione si è svolto nei mesi di ottobre e novembre 2019 con una serie di appuntamenti che hanno coinvolto gli alunni di alcune scuole medie e superiori unitamente alla cittadinanza lucchese.

Il programma si è aperto con un primo appuntamento sabato 5 ottobre 2019 dal titolo «Nuovi cammini per una ecologia integrale»: con un focus sul Sinodo dell’Amazzonia, per parlare dei popoli che la vivono, delle sfide per una nuova evangelizzazione da parte della Chiesa e dei disastri ambientali che stanno lacerando uno dei più grandi polmoni del mondo. Insieme all’Arcivescovo Mons. Paolo Giulietti sono intervenuti il Padre sinodale Mons. Edson Gabriel Vescovo di Sao Gabriel da Cachoeira (al confine tra Colombia e Venezuela) e il biblista Sandro Gallazzi (missionario responsabile della Commissione pastorale della terra in Amazonia).

Il 16 e il 17 ottobre è stata la volta delle scuole medie e superiori presso il cinema Astra di Lucca dove è stato proiettato il film “il ragazzo che catturò il vento” del 2019 ambientato il Malawi dove il tredicenne William vive con la famiglia in un villaggio alle soglie del deserto, aiutando i genitori a coltivare la terra e frequentando la scuola locale. Con la siccità, arriva una grande carestia e il cibo viene razionato; le famiglie più povere che sopravvivono grazie ai frutti della terra sono in ginocchio e Wiliam è costretto ad abbandonare la scuola ma la sua passione per la scienza e la sua determinazione lo portano a progettare la costruzione di un rudimentale mulino a vento per pompare l’acqua dai pozzi e così irrigare i campi.  Il film è stato l’occasione per affrontare alcune tematiche: il diritto allo studio, lo scontro tra generazioni e tra tradizione e innovazione; le migrazioni ambientali, i cambiamenti climatici e gli effetti devastanti sulla terra e sulla sopravvivenza di intere popolazioni; gli interessi economici che superano quelli sociali; la corruzione politica e le speranze disattese di un popolo; la fiducia di un padre e la perseveranza di un figlio che può trasformare un sogno in realtà. Alla visione del film è seguito il dibattito con Lorenzo Ci, attivista del Movimento Italian Climate Network, il quale ha poi avuto modo di confrontarsi anche con la cittadinanza la sera stessa del 16 ottobre alle ore 21.00 presso l’auditorium di San Micheletto con l’incontro Crisi climatica e crisi umanitaria: luci e ombre sul nostro futuro.

Successivamente è stata la volta di un momento formativo musicale aperto ai giovani che si è tenuto il 12 dicembre 2019 all’auditorium di San Anna grazie alla partecipazione del gruppo MVE Music Video Event che con le loro percussioni hanno fatto conoscere le diverse sonorità africane coinvolgendo attivamente i vari partecipanti, circa 70 persone, di età compresa da 17 a 30 anni. La musica ha, poi, accompagnato le tre testimonianze provenienti dal Burkina Faso, Congo e Brasile

I dibattiti post film insieme agli incontri tematici hanno cercato di trasferire un’informazione critica e oggettiva sul fenomeno climatico e sulle ripercussioni, spesso nefaste, su popolazioni costrette a migrare. Al contempo hanno trasmesso degli strumenti di analisi e interpretazione della realtà evidenziando luci e ombre su questo tema che, mai come oggi, si manifesta in tutta la sua prepotente attualità.